Close
Any requests? Any requests?
Close
My Favorites

Get the brochures for your favorites

Please fill in your request and we will contact you as soon as possible.
Lifestyle
Budget in CHF
Region
Living area
Note: fields marked with a *star need to be filled out
Menu
free search

Ticino Welcome N°57 - March 2018

Ticino Welcome N°57 - March 2018

ta, manterrà questo trend positivo, an- che grazie all'influenza asiatica. Per la Gran Bretagna e per Londra in parti- colare si prevede un andamento più al- talenante, a causa della Brexit e della legislazione inglese. L’Italia (Sardegna per il mare, Toscana per le tenute agri- cole) continuerà ad essere una destina- zione privilegiata, così come la Spagna per quanto riguarda Marbella. Per l'I- talia in particolare si prevede un mi- glioramente del mercato. In calo inve- ce il gradimento dei Paesi caraibici, anche a causa delle frequenti calamità naturali, con l’eccezione tuttavia di St. Barth che continua ad essere una loca- lità da sogno molto attrattiva». E per quando riguarda il mercato specifico ticinese, quali previsioni si possono fare? «Il mercato degli immobili di lusso mantiene in Ticino inalterate tutte le sue potenzialità di crescita, anche per- chè resta comunque un mercato carat- terizzato da numeri necessariamente modesti. La grande variabile è data tuttavia dalle scelte della politica e dal- la capacità di riconoscere che il merca- to del lusso ha per tutta la Svizzera e dunque anche per il Ticino una grande importanza. E a questa consapevolezza dovrebbero di conseguenza seguire quelle azioni di supporto che ancora mancano. Per esempio, in Ticino an- drebbe favorita l’apertura di scuole multilingue che sono un’esigenza molto sentita dalla clientela internazionale. Oppure la presenza di un aeroporto la cui operatività deve essere senz’altro mantenuta. Un fattore positivo è invece ma riservate e discrete Tenendo conto della vostra esperienza internazionale e dell’appartenenza ai più prestigiosi network Real Estate, quali sono a vostro giudizio i principali elementi che caratterizzeranno il mercato degli immobili di lusso nei prossimi anni? «Partiamo da una necessaria premessa. Il mercato è determinato da due elemen- ti: gli attori, cioè i venditori e gli acqui- ranti, e quella che potrebbe essere detta la merce, cioè gli immobili di lusso. Eb- bene, il numero degli acquirenti è desti- nato a crescere non fosse per il fatto che in nuovi e immensi Paesi sta crescendo il numero dei possessori di ricchezza. Le statistiche attuali dicono che a livello mondiale nel 2018 il 14% dei ricchi (HNWI) ha intenzione di comprare proprietà, mentre il 12% ha intenzione di vendere. Entro il 2021 questa relazio- ne dovrebbe accentuarsi, ovvero il 25% avrà desiderio di comprare mentre il 17% di vendere: il mercato del lusso nei prossimi anni registrerà quindi una scar- sità di oggetti. I venditori decideranno sui prezzi, si parla di un "seller's market". Ciò significa pure che nel mercato degli immobili di lusso le compravendite si fa- ranno sempre più difficili e richiederan- no sempre maggiore professionalità e competenza da parte di chi intende ope- rare con successo nel settore». In particolare, quale prevedete possa essere lo sviluppo dei principali mercati-chiave? «Per il mercato del lusso bisognerebbe fare un’analisi differenziata Paese per Paese. In termini molto generali si può dire che Stati Uniti e Canada conti- nueranno a crescere dimostrando un costante dinamismo, non solo grazie ai capitali provenienti dall’Estremo Oriente. L’Australia, che negli ultimi anni ha registrato una notevole cresci- il miglioramento dei trasporti, sia per quanto riguarda il sistema ferroviario che i collegamenti stradali, i cui benefi- ci si vedranno già nei prossimi anni». Quali sono le principali richieste che provengono dagli acquirenti internazionali di alta fascia che guardano al Ticino? «Un tempo erano molto ricercate le vil- le e le residenze d’epoca, di cui restano magnifiche testimonianze lungo le sponde dei laghi insubrici. Oggi invece il gradimento si orienta soprattutto ver- so unità immobiliari di recente costru- zione, moderne, funzionali e dotate di tutti i necessari comfort anche tecnolo- gici. Di conseguenza, le residenze co- struite negli anni ‘50-'90 fanno più fa- tica ad essere collocate sul mercato. In questo senso, si è assistito ad una pro- fonda trasformazione delle richieste avanzate da una clientela proveniente per 2/3 circa dall’estero e per il resto soprattutto dalla Svizzera interna. Altri elementi che orientano in modo impor- tante la scelta di una residenza riguar- dano poi la posizione, l’accessibilità, la dotazione di servizi». Il concetto di status muta a seconda della regione di riferimento: quali sono le caratteristiche degli acquirenti che guardano al Ticino? «Questa è una situazione molto inte- ressante da analizzare. Se noi guardia- mo a potenziali acquirenti provenienti dall’Asia o del Medio Oriente, notiamo che le richieste sono per l’80% circa ancora indirizzate a residenze che pos- sano trasmettere monumentalità e opulenza, a testimonianza di una ric- chezza di recente acquisita. La percen- tuale scende al 50% circa per quanto riguarda gli acquirenti nordamericani. Se andiamo a vedere la situazione in Europa, solo il 36% dei acquirenti considerano status-symbol una pro- prietà opulenta; in Svizzera e in Ticino la percentuale è ancora più bassa: l’80% degli acquirenti ricerca soprat- tutto la discrezione, la riservatezza, la qualità assoluta non ostentata ma pro- tetta e al riparo da occhi indiscreti». Un elemento a cui viene attribuita una particolare importanza è dunque quello della sicurezza e della privacy. Come rispondono a questa esigenza la Svizzera e il Ticino? «Chi viene in Ticino sceglie di usufrui- re di quelli che sono i tradizionali van- taggi offerti da questa regione, a co- minciare dalla stabilità politica ed eco- nomico-finanziaria svizzera. Il grade- vole clima mediterraneo, la natura ver- de e rigogliosa, i laghi di Lugano e Maggiore insieme alle montagne circo- stanti, hanno reso quest’area, da de- cenni, una destinazione particolar- mente attrattiva. Inoltre, rivestono una grandissima importanza il basso livello di criminalità, un diffuso senso di si- curezza, l’eccellente sistema sanitario, le strutture e i servizi pubblici di alto livello. Vale a dire che in Svizzera inte- ra la quota dei furti con scasso si è di- mezzata dal 2009 al 2017 e il Ticino è tra i Cantoni con la quota più bassa. In altre parole, il Ticino continua ad esse- re un posto ideale in cui vivere». Riva Antonio Caccia 3, CH-6900 Lugano Via della Pace 1 a, CH-6601 Locarno Via Beato Berno 10, CH-6612 Ascona www.wetag.ch www.journal.wetag.ch [email protected] +41 (0) 91 751 31 06 04

Download PDF

 

Wetag is an exclusive affiliate in Ticino

Follow us

Get the newest offers

Be the first to know about Swiss mediterranean life style, new luxury properties, sales, and special events.

Lifestyle
Budget in CHF
Region
Living area